Autotrasporto: dalla Legge di Bilancio 2020 parziali risposte per il settore, prioritario ripristinare condizioni minime per regolarità e competitività

Pubblicata il 13 gennaio 2020

Confartigianato Trasporti informa che dai principali provvedimenti recentemente approvati quali la Legge di Bilancio 2020 e il Decreto Fiscale emergono diverse disposizioni di interesse per il comparto trasporti e logistica, alcune delle quali tengono conto degli impegni assunti dal Governo nell’incontro tenutosi al MIT il 19 novembre 2019.

“A tutela delle imprese di autotrasporto che rappresentiamo – afferma il Presidente di Confartigianato Trasporti Amedeo Genedani –  è importante aver scongiurato da subito il temuto taglio al rimborso accise per gli euro 3, che è stato rinviato ad ottobre. Non possiamo ritenerci totalmente soddisfatti, perché dai provvedimenti approvati si è tenuto conto solo parzialmente di attivare la rimodulazione delle agevolazioni con gradualità ma apprezziamo che finalmente si sia compreso ciò che proponiamo da tempo: la necessità di accompagnare la transizione ambientale con una vera strategia del rinnovo del parco veicolare merci attraverso appositi incentivi pluriennali per chi rottama i mezzi più vetusti”.

“Per esprimere un giudizio compiuto è adesso necessario – precisa Genedani – che arrivino a stretto giro di posta le risposte attese dalla categoria sulla ripubblicazione dei valori dei costi di esercizio, per cui il Ministro De Micheli si è impegnata entro la fine di gennaio, e su un rafforzamento efficace della norma per il rispetto dei tempi di pagamento per cui dovrebbe partire a breve il tavolo di lavoro con il MEF.”
Confartigianato Trasporti fornisce una sintesi delle disposizioni di interesse per il settore Trasporti contenute nel Decreto Fiscale e nella Legge di Bilancio 2020.