Autotrasporto: Francia, obbligo del bollino ambientale (CRIT’AIR)

Pubblicata il 3 luglio 2019

Le autorità francesi hanno reso noto che per le ZTL (Zone a traffico limitato) in diversi comuni della Francia, per tutti i mezzi immatricolati all’estero, occorre, il bollino ambientale (Crit’Air) allo scopo di ridurre le emissioni e gli inquinanti atmosferici.

Dal 1 Luglio 2016, infatti, è stata introdotta in Francia l’etichetta ambientale chiamata Crit’Air, disponibile in 6 categorie e colori a seconda dell’anno di prima immatricolazione dei veicoli e dei tassi di emissione.

I veicoli non registrati in Francia, come quelli di turisti e di professionisti europei devono avere l’adesivo Crit’Air per entrare nelle aree con circolazione limitata secondo i tempi prescritti dalle diverse amministrazioni comunali.
Coloro che non sono dotati del “bollino ambientale” possono incorrere in sanzioni comprese tra i 68 euro e i 375 euro.

Per tutti i dettagli e per ordinare i Crit’Air consultare il sito Istituzionale: https://www.crit-air.fr

Per informazioni contattare l’Area Sviluppo Associativo allo 030/3745324.